LoadingAggiungi ai favoriti o leggi dopo

[#00004] Giochi: Tetris N-Blox

0 Flares 0 Flares ×
[#00004] tetris pezzo blocchi flash relax
Tetris N-Blox è una delle tante versioni che si rifanno all’originale Tetris, famoso videogioco di logica e ragionamento.
Istruzioni:
  • Selezionare il livello di gioco (da 1 a 10) cliccando sulle frecce sinistra e destra poste sotto la scritta ‘choose level’
  • Cliccare su ‘play game’ (o premere INVIO) per iniziare il gioco
  • Premere la lettera ‘P’ per entrare/uscire dalla modalità pausa
  • Usare le frecce ←→ per muovere il pezzo che cade a sinistra e a destra
  • Usare la freccia ↓ per far cadere il pezzo leggermente verso la base
  • Premere CTRL o la barra spaziatrice per far cadere il pezzo velocemente verso la base
  • Usare la frecce ↑ (o premere la lettera ‘X’) per ruotare il pezzo verso destra
  • Premere la lettera ‘Z’ per ruotare il pezzo verso sinistra
  • Premere la lettera ‘M’ per disattivare/riattivare il suono
  • Premere la lettera ‘T’ per il tono del tema
  • Premere la lettera ‘K’ per velocizzare il comportamento dei tasti premuti
  • Premere la lettera ‘Q’ per terminare il gioco e rispondere alla domanda ‘quit game’ premendo la lettera ‘Y’ per terminare o la lettera ‘N’ per riprendere il gioco. In alternativa cliccare anche sulle scritte ‘yes’/’no
Mi raccomando no incastratevi le dita!

Cenni storici

L’originale Tetris (in russo Тетрис, che deriva da «тетрамино» (tetramino) e «теннис» (tennis), e quindi è una parola portmanteau) è un videogioco di logica e ragionamento inventato da Aleksej Pažitnov (Алексей Пажитнов, talvolta il cognome viene traslitterato erroneamente con Pajitnov, o Pazhitnov) il 6 giugno 1984, mentre lavorava per l’Accademia delle Scienze dell’URSS di Mosca. Pažitnov ha affermato che i pentamini sono stata la sua fonte d’ispirazione per questo gioco. Non essendo stato brevettato, il gioco è diventato disponibile praticamente per qualunque dispositivo. Il gioco e molte sue varianti sono disponibili per qualunque console e sistema operativo, addirittura per alcune calcolatrici grafiche, telefonini, PDA, iPod, Set-top box e per l’editor di testo GNU Emacs; ne esiste perfino una versione “stand alone” da collegare a un televisore, e le cui racchette ricordano i pezzi del Tetris.Il gioco ha iniziato ad avere popolarità alla fine degli anni ottanta, e ulteriore popolarità derivò dall’essere venduto in bundle con la prima versione del Game Boy. Inoltre è stato dichiarato uno dei dieci videogiochi più importanti di sempre da Henry Lowood della Stanford University, nel marzo 2007. Il gioco verrà pubblicato anche sulle nuove console Xbox One e PlayStation 4 da Ubisoft nel 2014.

Caratteristiche

I vari pezzi del gioco di Tetris si chiamano tetramini, ciascuno composto da quattro blocchi, infatti il termine Tetris deriva, come detto sopra, da tetramino. I tetramini cadono giù uno alla volta e il compito del giocatore è ruotarli e/o muoverli in modo che creino una riga orizzontale di blocchi senza interruzioni. Quando la riga è stata creata, i mattoni spariscono e i pezzi sovrastanti (se ce ne sono) cadono a formare nuove linee.
I pezzi di Tetris: I, J, L, O, S, T, Z.

I pezzi di Tetris: I, J, L, O, S, T, Z.
By Damian Yerrick, uploader (own work, based on PNG version) [Public domain], via Wikimedia Commons

Le sette possibili combinazioni in Tetris sono chiamate come le corrispondenti lettere dell’alfabeto che più si avvicinano alla forma del pezzo: I, T, O, L, J, S, e Z. Le forme dei tetramini sono il risultato di tutte le possibili combinazioni che si possono ottenere disponendo 4 quadrati, ciascuno dei quali ha almeno un lato in comune con almeno uno degli altri tre quadrati.Tutti i pezzi possono completare righe singole o doppie; I, L, e J possono completare anche righe triple e solo la I può completare quattro righe simultaneamente. Quest’ultima situazione è chiamata un “tetris”.Vi possono essere alcune varianti a queste caratteristiche: ciò dipende dalle regole di rotazione e di punteggio di ogni specifico gioco di Tetris; per esempio, in “Tetris Worlds” le regole sono diverse e in certe situazioni si permette a “T”, “S” e “Z” di “scivolare” negli spazi bianchi, completando righe triple.

Schema del gioco

Alcune delle molte versioni di Tetris contengono più modalità di gioco. Ad esempio, nella versione per Game Boy vi sono due modalità Singleplayer:A-Type, in cui lo schermo inizialmente è vuoto, e il giocatore sceglie da che livello di difficoltà partire. La velocità di caduta dei tetramini aumenta ogni 10 righe completate, e la partita termina quando i mattoncini raggiungono la sommità dello schermo. In questo caso lo scopo del gioco è arrivare a totalizzare il maggior numero possibile di punti. B-Type, in cui la velocità di caduta dei mattoni è configurabile all’inizio della partita, resta costante per tutto il suo svolgimento, ma in più sullo schermo apparirà anche un certo numero (configurabile anch’esso con un apposito parametro High) di righe già parzialmente riempite da quadratini sparsi, per rendere il gioco più difficile. In questo caso l’utente vince la partita se riesce a completare 25 righe senza che i mattoni raggiungano la parte alta dello schermo. Multiplayer: è possibile giocare insieme a un altro utente, collegando due Game Boy con un apposito cavo. I due giocatori che vengono rappresentati da Mario e da suo fratello Luigi: ognuno gioca la sua partita, ma quando riesce a far sparire in un solo colpo due, tre o quattro righe, rispettivamente una, due o quattro righe parzialmente riempite appaiono in fondo al campo di gioco dell’avversario. In questo caso perde la partita chi fa arrivare i tetramini in alto sullo schermo.

Tetris e la matematica

Numerosi matematici, nel corso degli anni, si sono dedicati all’interpretazione analitica del gioco e alla definizione della sua complessità (in senso matematico). Il più noto documento di questo tipo è Tetris is hard, even to approximate dei matematici Erik D. Demaine, Susan Hohenberger e David Liben-Nowell, pubblicato su Computer Science nel 2002.È dimostrato che una partita di Tetris si conclude certamente con una sconfitta del giocatore (a meno che non sia prevista la vittoria per numero di righe completate), che quindi non può continuare a giocare all’infinito, neanche se la velocità di caduta dei pezzi resta costante e il giocatore è sempre abbastanza veloce da posizionare i pezzi correttamente. Infatti esiste un N tale che una sequenza di N pezzi S e Z, alternati, rende inevitabile la sconfitta. Ma in una sequenza infinita casuale di tetramini prima o poi vi sarà un’alternanza di questo tipo e di questa lunghezza, rendendo certa la sconfitta del giocatore.

Fonte (alcune parti):

Tetris. (14 luglio 2014). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 24 agosto 2014, 23:05 da //it.wikipedia.org/w/index.php?title=Tetris&oldid=67019429.
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading ... Loading ...
0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 0 Flares ×